COMENIUS MIA: LA MOBILITA INDIVIDUALE DEGLI ALUNNI

Il progetto MIA permette agli alunni delle scuole secondarie di II grado di trascorrere un periodo di tempo compreso tra i3 e i 10 mesipresso una scuola e una famiglia all’estero. Tale iniziativa  è organizzata tra scuole che sono – o sono state - coinvolte nello stesso partenariato scolastico Comenius. Lo scopo di quest’azione è quello di dare la possibilità agli alunni di effettuare un’esperienza di apprendimento europeo, sviluppare la loro comprensione della diversità culturale e linguistica presente in Europa, e acquisire le competenze necessarie al loro sviluppo personale. La partecipazione a quest’attività rappresenta inoltre una esperienza pedagogica a livello internazionale per gli insegnanti coinvolti, ed è un’occasione per sviluppare la dimensione europea della scuola e per stabilire una cooperazione sostenibile tra l’istituto di provenienza e quello ospitante. Il sostegno finanziario da parte dell'LLP prevede un importo forfettario per la scuola di provenienza e la scuola ospitante nonché la copertura del costo del viaggio e un importo mensile per gli alunni partecipanti.

Nel settembre 2013, il nostro alunno MATTIA CALACOCI ha iniziato la sua esperienza all’estero. La sua destinazione è stata la Slovacchia, precisamente alla Súkromná stredná odborná škola Dukelská nel paese di Giraltovce dove Mattia ha studiato per tre mesi.

Prima di partire, Mattia ha partecipato alla giornata di formazione organizzata dall'Agenzia Nazionale LLP lo scorso 12 giugno a Roma che ha coinvolto 250 studenti e 75 docenti di tutta la penisola, a testimonianza del successo di questa azione di mobilità in Italia.

Sara Pagliai, coordinatrice dell’Agenzia LLP, ha concluso i saluti istituzionali sottolineando il ruolo importante che un alunno Comenius deve svolgere:

"Vorrei salutarvi invitandovi a vivere al meglio l’esperienza che vi attende perché il successo della mobilità dipende dalla scuola, dalla famiglia che vi ospiterà nei prossimi mesi, ma soprattutto da voi, dal vostro sforzo per utilizzare il più possibile la lingua del paese in cui andrete oltre all’inglese e dall’impegno a cogliere tutte le opportunità di conoscenza, di arricchimento che vi si presenteranno nello studio e anche fuori dalla vita scolastica naturalmente.”

Da settembre a dicembre 2013, Mattia ha esportato cultura e conoscenze in veste di “Ambasciatore d’Italia”. Durante il soggiorno, è stato sostenuto dal Docente di Contatto e il Docente Mentore in loco ed è stato ospite nella famiglia Majernik, il cui figlio Denis ora trascorrerà a Courmayeur tre mesi, da gennaio a marzo 2014, a casa di Mattia e nella classe IV^ del nostro Liceo.